L’INGANNO DELL’EDONISMO
L’edonismo è quello stile di vita dove tutto è finalizzato alla ricerca del piacere.
Certamente godere nel senso più semplice del termine non ha nulla di male ed è qualcosa che dove Dio stesso ci benedice e ci approva, come per fare un esempio, cita lo scrittore di Ecclesiaste:
“Nel giorno della prosperità godi del bene…”
“Godi la vita con la moglie che ami, per tutti i giorni della vita…” (Ecclesiaste 7:14/9:9)
Quando però diventa il solo scopo della nostra esistenza si può trasformare in un inganno e di conseguenza in una fortezza che svia completamente la nostra esistenza.
Senza che ce ne rendiamo conto non sarà insolito trovarla anche in seno alla chiesa!
Viviamo in una società dove l’appagamento personale è diventato lo scopo di vita per ogni persona:
“ed ecco che tutto è gioia, tutto è festa! Si ammazzano buoi, si scannano pecore, si mangia carne, si beve vino. «Mangiamo e beviamo, poiché domani morremo!»” (Isaia 22:13)
Il mondo non fa che dirci: “Devi goderti la vita perché si vive poco!”
Anche il angelo naturalmente ci dà molti spunti per capire se questo è o non è un atteggiamento negativo e distruttivo.
“Questo farò: demolirò i miei granai, ne costruirò altri più grandi, vi raccoglierò tutto il mio grano e i miei beni, e dirò all’anima mia: ‘Anima, tu hai molti beni ammassati per molti anni; ripòsati, mangia, bevi, divèrtiti'”.(Lc 12:18-19)
I mass media collaborano in questo particolarmente. Tutto viene improntato sul piacere. I messaggi promozionali non fano altro che spingerci a questa ricerca sfrenata nel piacere come scopo di vita: “Se comprerai questo oggetto sarai felice”, “Usa i profilattici di questa marca, piacere e tranquillità sono assicurati!”, “Perché sposarti?! Limitati a rapporti occasionali e non impegnatevi, la vita è breve!”. Gli esempi da citare sarebbero infiniti. Ma ogni spot pubblicitario propone il prodotto o un determinato stile di vita inculcandoci che fino a quando non saremo in quelle condizioni o non avremo quel prodotto non saremo felici! Prova a farci caso la prossima volta che accenderai la tv!
“Chi ama godere sarà bisognoso, chi ama il vino e l’olio non arricchirà.“ (Proverbi 21:1/)
Con le dottrine che hanno abusato sulla prosperità ha cercato di introdurre il materialismo nelle chiese più che benedirle realmente. Le persone si concentrano più su cosa possono avere piuttosto a cosa possono fare per il Signore!
“La vostra condotta non sia dominata dall’amore del denaro; siate contenti delle cose che avete; perché Dio stesso ha detto: «Io non ti lascerò e non ti abbandonerò».” (Ebrei 13:5)
La nostra speranza di vita è primariamente in Cristo!
“Se soltanto per fini umani ho lottato con le belve a Efeso, che utile ne ho? Se i morti non risuscitano, «mangiamo e beviamo, perché domani morremo».” (1Corinzi 15:32)
Un esempio che troviamo nelle nostre comunità è a riguardo di quei credenti che io chiamo “Ricercatori di consulenze”. Sono completamente a favore della consulenza in coloro che ne hanno bisogno senza alcun dubbio, ma spesso determinati credenti cercano la consulenza al fine di arrivare ad essere perfettamente sani. Questo obbiettivo è un’illusione perché arriveremo ad essere perfettamente sani solo quando saremo nella Gloria!
Ogni consulenza in ambito cristiano dovrebbe essere mirata per sollevarmi da carichi pesanti, difficoltà e legami al fine di poter poi aiutare altri! Il nostro stare bene non deve essere fine a sé stessi! Questo è egoismo!
Moltissime persone vedono la chiesa come un centro estetico o un supermercato, un ristorante o un cinema, se ad un certo punto non mi stanno bene determinate cose andrò in un’altra chiesa che soddisfi i miei bisogni!
Questo atteggiamento forse andrà bene per l’economia, ma non di certo nel Regno di Dio.
La chiesa non è un’azienda, ma un corpo. La chiesa è un corpo fatto di persone con cui impegnarsi per far progredire insieme il Regno di Dio. Cerchi una chiesa che soddisfi i tuoi bisogni o una chiesa secondo il modello di Dio?
In questo tempo di riflessione domandati: Vivo la mia vita per soddisfare i miei piaceri? Metto me stesso prima degli altri e del Regno di Dio? È questo che può testimoniare al meglio il mio Maestro (Gesù)?
“Sono stato crocifisso con Cristo: non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me! La vita che vivo ora nella carne, la vivo nella fede nel Figlio di Dio il quale mi ha amato e ha dato se stesso per me”. (Galati 2:20)
Simone Di Chiara
Ministero Siloe

Pin It on Pinterest

Share This